Come prendere la patente B alla motorizzazione

Per conseguire la patente possiamo scegliere di appoggiarci interamente ad una scuola guida, oppure “di fare per conto nostro” da privatisti. Uno dei motivi principali di quest’ultima opzione è sicuramente il risparmio economico, anche se non è da sottovalutare la flessibilità nella preparazione ad orari e ritmi a noi più comodi. In questo articolo vediamo come prendere la patente B alla Motorizzazione:

  1. Avere almeno 18 anni
  2. Iscriversi in Motorizzazione
  3. Superare l’esame di teoria
  4. Iscriversi in autoscuola per la fase pratica
  5. Superare l’esame di guida

Chi possiede la patente A1, A2, A o B1 non è obbligato a fare l’esame di teoria e parte direttamente dal punto 4.

Hai già la patente A1? Vai alla procedura specifica da seguire che ti spiega come fare la patente B avendo la A1.

Come prendere la patente B alla motorizzazione

La prima cosa da fare per conseguire una patente è effettuare l’iscrizione recandosi allo sportello della motorizzazione.

Si tratta di pagare dei bollettini, andare dal proprio medico di base a fare il certificato anamnestico, fare il certificato medico (per esempio dall’ufficiale sanitario in autoscuola o sede ACI) e consegnare i propri documenti personali.

Vuoi l’elenco completo dei documenti e sapere da quali medici si può andare? Ecco a te i documenti per patente B da privatista.

Esame di teoria

Una volta consegnato tutto il necessario si è ufficialmente iscritti. Con l’iscrizione possiamo prenotare l’esame di teoria (non è infatti possibile farlo prima).

Siamo liberi di scegliere se prenotarlo all’atto dell’iscrizione oppure successivamente.

Da quando siamo iscritti, abbiamo 6 mesi di tempo per superare la prova teorica con al massimo 2 tentativi.

In caso di doppia bocciatura o scadenza dei 6 mesi bisogna rifare una nuova iscrizione (resta valido solamente un bollettino postale).

Spesso si inizia a studiare prima di andare in motorizzazione ed iscriversi, così da recuperare tempo prezioso e non far partire subito i 6 mesi!

L’esame di teoria consiste in:

  • 40 quiz con sistema vero – falso
  • massimo 4 errori consentiti (da 5 in su, si è bocciati)
  • 30 minuti di tempo

Per conoscere più nel dettaglio la tempistica, gli argomenti da studiare e le conseguenze in caso di bocciatura, vai all’articolo sull’esame teorico della patente B.

Fase pratica

Per esercitarsi alla guida sia “a casa” per conto proprio con l’accompagnatore, sia in autoscuola con l’istruttore è necessario un documento che si chiama foglio rosa.

Non è altro che un foglio di carta di colore rosa che contiene i nostri dati e le indicazioni della patente che vogliamo conseguire.

Per conoscere tutte le regole specifiche per esercitarsi in sicurezza e nel rispetto delle regole, ecco l’articolo che parla del foglio rosa.

Il foglio rosa viene rilasciato quando si supera l’esame di teoria (nei giorni seguenti), oppure quando ci si iscrive e non si è obbligati a fare la prova teorica.

Esso ha una validità di 6 mesi e in questo arco temporale abbiamo al massimo due tentativi disponibili.

Alla scadenza dei termini o alla seconda bocciatura si deve effettuare una nuova iscrizione. Grazie al riporto del foglio rosa, l’esame di teoria appena superato non viene perso e resta valido.

Per la patente B sono previste 6 ore di guida obbligatorie in autoscuola. Tale regola ci impone di iscriverci ad una scuola guida.

Per esperienza ti assicuro che comunque le sole 6 ore non sono sufficienti per imparare a guidare in sicurezza e superare l’esame.

È quindi sufficiente scegliere l’autoscuola che più ci comoda e, pagando un bollettino postale di € 10,20 possiamo effettuare il passaggio da privatista a scuola guida.

Tale bollettino è un costo burocratico della Motorizzazione; dovremo sicuramente pagare la quota di iscrizione all’autoscuola. Mediamente siamo intorno ai 200 – 250 €.

Guarda il video in cui ti spiego che cosa fare alla prima guida patente B: il tutorial che segue lo schema che uso anche con i miei studenti a lavoro!

Esame di guida

La prova di guida consiste in 3 fasi:

  • preparazione alla guida e domande (clicca qui per approfondire)
  • manovre (clicca qui per approfondire)
  • circolazione nel traffico urbano ed extraurbano

Ecco qui un esempio di come fare le manovre il giorno dell’esame!

Ti ricordo che l’esame va superato entro i 6 mesi di validità del foglio rosa!

Vuoi approfondire il funzionamento, la tempistica e le conseguenze in caso di bocciatura? Ecco a te l’articolo sull’esame pratico della patente B.

Vuoi sapere quanto si spende? Ecco a te il costo patente B motorizzazione.

Patente B senza esame di teoria

Come già detto all’inizio dell’articolo, chi possiede almeno una fra le patenti A1, A2, A oppure B1 non deve fare l’esame di teoria e inizia direttamente con la fase pratica.

I documenti necessari per l’iscrizione sono identici (bollettini, certificato medico, ecc…), solo che viene direttamente rilasciato il foglio rosa.

Le regole sono le stesse descritte prima: 6 mesi di validità con al massimo due tentativi di esame. Nel caso in cui non si riesca a conseguire la patente nei termini, è necessaria una nuova iscrizione.

Ricordiamo che sono comunque necessarie le 6 ore di guida obbligatorie in autoscuola.

A cosa serve la patente B?

La patente B consente di guidare autovetture (massimo 9 posti totali), camper e furgoni di massa complessiva (indicata nel libretto) non superiore a 3500 kg.

A tali veicoli può anche essere agganciato un rimorchio di massa massima:

  • inferiore a 750 kg
  • compresa fra 750 kg e 3,5 tonnellate a condizione che la massa complessiva di motrice + rimorchio sia inferiore a 3500 kg

Possiamo inoltre guidare le macchine agricole (anche eccezionali) e le macchine operatrici non eccezionali.

In più, si possono condurre i veicoli della patente A1, ma solamente in Italia.

Vuoi approfondire? Ecco a te l’articolo patente B cosa posso guidare.

6 Commenti

  1. Buonasera, volevo chiederle un’informazione. Sono uno studente universitario e non ho la patente B, visto che non ho molto tempo a disposizione per seguire la preparazione all’esame teorico in una scuola guida, potrei fare l’esame teorico presso la motorizzazione e poi quello pratico tramite una scuola guida?

  2. Ciao, ho cercato sul vostro sito ma purtroppo non ho trovato ciò che cercavo e spero di ricevere una risposta qua🙏 io mi sono iscritta in motorizzazione per fare l’esame di teoria per la patente B e l’ho superata; dopo di che sono andata in una scuola guida per iscrivermie e fare le guide. Ho pagato 2 bollette(una da 10,20 cent e l’altra di 16 euro) e mi ho versato un acconto di 100 euro, io pensavo fossero i soldi che anticipo per le guide ma su un fogliettino che mi ha rilasciato c’é scritto che ho pagato 100 per il passaggio… ma il passaggio di che cosa? Per cosa ho pagato questi soldi? L’ho chiesto pure alla signora ma non é stata chiara

    • Ciao, il bollettino pagato è per il passaggio da privatista ad autoscuola (quello che ufficialmente si chiama “cambio codice”).
      C’è poi da pagare la quota di iscrizione all’autoscuola (che dipende dal suo tariffario).
      Suppongo che quei 100€ siano un acconto sull’iscrizione

  3. Ei ciao, sto trovando questo sito davvero utile e te ne sono grata :). Ho appena letto l’articolo “Come prendere la patente B alla motorizzazione?” e volevo chiederti se è necessario essere iscritti a una motorizzazione per il rilascio dei certificati medici.
    Grazie mille

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.