Domande esame pratico patente B: teoria esame guida

La prima fase dell’esame di guida consiste nel rispondere ad alcune domande poste dall’esaminatore. Ebbene sì, può sembrare strano ma, pur essendo una prova pratica, si comincia con la teoria! Le domande esame pratico patente B riguardano:

  • la corretta preparazione ad una guida sicura
  • l’uso dei comandi principali del veicolo
  • la verifica e manutenzione delle componenti fondamentali

Il superamento di questa fase consente di passare a quella successiva, cioè le manovre. Per approfondire ti consiglio l’articolo dedicato alle manovre esame di guida.

È quindi fondamentale curare bene sin dall’inizio la prova perché altrimenti rischiamo la bocciatura ancor prima di guidare veramente!

Con questo articolo scopriamo tutte le possibili domande dell’esaminatore.

Domande esame pratico patente B

Prima di scendere nel dettaglio degli argomenti voglio rassicurarti.

Non è necessario studiare nuovamente tutto il libro della teoria. Se rispondi bene, le domande sono 3 o 4.

Siamo comunque nell’ambito di un esame di guida, quindi le domande sono delle domande pratiche riguardanti aspetti che quotidianamente, o quasi, applicheremo durante la nostra vita da patentati.

Preparazione alla guida

Una prima tipologia di domande riguarda “il come” ci prepariamo ad una guida sicura.

Questa cosa la faremo “in automatico”, nel senso che quando saliamo in macchina per cominciare l’esame sicuramente dobbiamo regolare il sedile, gli specchietti, ecc…

È importante regolare, nell’ordine:

  1. Sedile:
    • Distanza dai pedali
    • Altezza (se regolabile)
    • Inclinazione schienale
    • Poggiatesta
  2. Specchietti retrovisori:
    • Specchietto centrale
    • Specchietti laterali
  3. Cinture di sicurezza: è importante che la cinghia passi a metà della spalla e del busto. Eventualmente regoliamone l’altezza in modo da indossarla correttamente.

Le domande che l’esaminatore può farti su queste cose riguardano proprio i criteri da seguire per sistemare correttamente il sedile, gli specchietti e le cinture.

Comandi del veicolo

Altra tipologia di domande esame pratico patente B riguardano il saper usare i comandi principali del veicolo. Viene sostanzialmente chiesto di azionare i vari comandi. Ecco l’elenco:

  • Fari:
    • Luci di posizione
    • Anabbaglianti e regolazione in base al carico
    • Abbaglianti
    • Fendinebbia e retronebbia
    • Frecce (indicatori di direzione)
    • 4 frecce (segnalazione luminosa di pericolo)
    • Lampeggio degli abbaglianti

Oltre a saperli azionare, dobbiamo riconoscere la relativa spia accesa sul cruscotto.

  • Uso dell’aria:
    • Aria condizionata
    • Ricircolo dell’aria
    • Disappannamento del parabrezza
    • Lunotto termico
  • Tergicristalli
  • Clacson
  • Chiusura centralizzata delle porte
  • Sistema di sicurezza bambini

Controlli e manutenzione veicolo

Altra tipologia di domande può riguardare la verifica e la manutenzione delle varie parti del veicolo.

  • Spie sul cruscotto:
    • Anomalia dei freni
    • Freno a mano azionato
    • Batteria
    • Avaria motore
    • Cinture di sicurezza non indossate
    • Eventuali porte aperte
  • Controlli agli pneumatici
  • Verifica dei livelli:
    • Apertura del cofano motore
    • Liquido di raffreddamento del motore
    • Liquido tergicristalli
    • Olio motore
    • Olio dei freni
  • Ruota di scorta, ruotino o “kit di gonfiaggio”?

Si tratta di saper dire di che cosa è dotato il veicolo e che cosa differenzia il ruotino (minor larghezza e limite massimo di velocità 80 km/h).

  • Giochi anomali dello sterzo e del pedale del freno

Altre domande esame di guida

Oltre a tutti gli aspetti che abbiamo appena imparato, l’esaminatore, sempre in maniera sintetica, ti può chiedere anche di saper:

  • leggere la carta di circolazione
  • utilizzare il triangolo (segnale mobile di pericolo): regole e posizionamento
  • applicare le regole dei seggiolini: descrivere le regole

Per quanto riguarda il libretto, può chiederti il numero di posti del veicolo, la possibilità di guida per i neopatentati, di verificare quando va fatta la revisione e l’indicazione degli pneumatici ammessi. Ecco il video in cui ti spiego tutto:


Affrontare la prima fase dell’esame di guida è fondamentale. Lo è per vari motivi.

Innanzitutto ti permette di accedere alle parti successive dell’esame. È quindi obbligatorio saper rispondere. È poi importante perché ti da fiducia e coraggio. Serve a rompere il ghiaccio in una situazione di forte tensione e agitazione.

Inoltre, se rispondi bene dai una bella impressione all’esaminatore. Ti aiuta perché fai vedere “che ne sai”. La prima impressione che si farà di te sarà di uno bravo e preparato. Questo porta l’esaminatore ad essere più clemente in caso di piccole sbavature.

Iniziare l’esame con il piede sbagliato lo fa innervosire ed è meno disposto a perdonare qualche imprecisione. Ti sei già “giocato il jolly” con le domande.

Libro patente B privatista

Prima dell’esame di pratica c’è quello di teoria. Fra l’altro, alcuni argomenti ti servono anche per le domande dell’esame pratico.

Puoi scegliere di farlo da privatista oppure alla scuola guida. Non ci sono lezioni teoriche obbligatorie. Sei libero di organizzarti come ti fa più comodo.

La scelta migliore se lo fai da privatista è quella di comprarti un libro.

  • Hai tutte le spiegazioni necessarie
  • Trovi tante immagini esplicative
  • Hai i quiz alla fine di ogni argomento
  • Sai quali domande troverai all’esame
  • Le cose chieste ai quiz sono in grassetto
  • Ti concentri solo sulle cose veramente necessarie
  • Vai dritto al punto senza perdere tempo in dettagli inutili
  • Hai un piano di studio già pronto.

Segui un capitolo al giorno. Massimo due se trovi semplici gli argomenti. Il resto del tempo passalo a fare i quiz. Così sai se hai capito gli argomenti e hai il tempo di rivedere le cose poco chiare.

Leggi un paio di volte e poi ripeti (meglio ad alta voce). Così memorizzi meglio i vari concetti. Soltanto a questo punto inizia con i quiz.

Ti consiglio questo libro. Hai tutte le spiegazioni e i quiz per i vari argomenti. È inoltre ricco di immagini che ti aiutano nella comprensione. Fra i vari che ho utilizzato, questo è senz’altro il migliore.

Libro patente B semplificato

Esistono in commercio dei libri pensati per chiunque abbia un disturbo dell’apprendimento e, più in generale, difficoltà ad “imparare”.

Si tratta di testi appositamente studiati e realizzati per aiutare nello studio e comprensione di teoria e quiz.

  • Caratteri grandi e ben leggibili
  • Testo semplificato per essere più intuitivo e comprensibile
  • Argomenti “ridotti all’osso” per evitare dettagli inutili
  • Immagini specifiche e semplificate
  • Quiz più difficili spiegati e commentati
  • Materiale online dedicato: audio e video che spiegano argomenti e quiz più difficili

In particolare, ti consiglio questo libro. Oltre al manuale, hai anche le credenziali per accedere al materiale audio-video online.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print
Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

2 risposte

  1. A breve dovrei fare L esame di teoria e per essere più sicura di me stessa ho letto ciò che hai pubblicato. Ti ringrazio e complimenti per il modo così facile da spiegare questi argomenti che a parer mio sono molto difficili !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale