ULTIMO AGGIORNAMENTO:

Validità del foglio rosa

Il foglio rosa ha una validità di 6 mesi: entro questo periodo si possono sostenere al massimo 2 esami di guida.

La prima prova pratica non può essere fatta prima che sia trascorso 1 mese dalla data di rilascio. Lo stesso vale in caso di bocciatura: per il secondo tentativo bisogna aspettare almeno 1 mese.

Alla seconda bocciatura, oppure alla scadenza (indipendentemente dall’aver sostenuto esami o meno) si devono ripresentare le pratiche da capo per l’emissione del secondo foglio rosa.

Da marzo 2016 è rientrata in vigore la pratica del riporto del foglio rosa, ossia la possibilità di tener valido (per una sola volta) l’esame di teoria precedentemente superato.

Una volta sfruttata questa possibilità, se si viene nuovamente bocciati per due volte alla pratica o scade il secondo foglio rosa, si deve rifare anche l’esame teorico.

Ti ricordo che per la sola patente B sono previste 6 ore di guida obbligatorie in autoscuola. Per le altre categorie non c’è invece un minimo obbligatorio.

Ti stai preparando per l’esame di guida? Ecco a te degli articoli che ti possono tornare utili:

Sanzioni sul foglio rosa

Ci sono delle sanzioni specifiche per chi non rispetta le regole per la guida con il foglio rosa:

  1. Allievo senza foglio rosa, ma con istruttore idoneo: multa (sia all’allievo, che all’istruttore) da 431€ e 1734€
  2. Allievo con foglio rosa ma senza istruttore (o persona non idonea): multada 431€ e 1734€ + fermo del veicolo per 3 mesi
  3. Esercitazioni in luoghi frequentati quando sono vietate (il caso delle moto): multa da 87€ a 345€
  4. Guida senza esporre le “P”: multa da 87€ a 345€
  5. Guida con passeggeri a bordo oltre all’istruttore, quando non consentito: multa da 87€ a 345€
  6. Occupare la terza corsia in autostrada: multa da 87€ a 345€

Responsabilità in caso di incidente

Ovviamente l’analisi delle responsabilità va fatta caso per caso in quanto ogni situazione è diversa dalle altre, ma vi sono dei principi generali che valgono sempre.

Va detto che è dovere dell’allievo in possesso del foglio rosa conoscere tutte le norme riguardanti la circolazione e la posizione dei comandi del veicolo. È invece compito dell’istruttore dare le giuste indicazioni e intervenire tempestivamente in caso di necessità.

Si può capire quindi, che se l’incidente deriva dall’uso sbagliato dei comandi o da disobbedienza dell’allievo, è sua la colpa esclusiva; se invece il sinistro deriva da indicazioni sbagliate da parte dell’istruttore, è quest’ultimo ad avere tutta la colpa.

In tutti gli altri casi nei quali vi è un errore da parte dell’allievo e un intervento ritardato da parte dell’istruttore, abbiamo un concorso di colpa fra i due soggetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.