Esame pratico patente A2

La fase finale della procedura per il conseguimento della patente è la prova pratica. L’esame pratico patente A2 si compone di 3 fasi:

  1. Domande e preparazione alla guida
  2. Percorsi in area chiusa
  3. Circolazione nel traffico

Esame pratico patente A2

Viene richiesto al candidato di indossare correttamente casco integrale, guanti e giacca con protezioni dei gomiti e delle spalle, scarpe chiuse, pantaloni lunghi, protezioni alle ginocchia e paraschiena centrale.

Successivamente ci possono essere delle domande inerenti alla conoscenza dei comandi del veicolo e alla manutenzione del mezzo: controlli sugli pneumatici, verifica dei livelli, luci, ecc.

Percorsi in area chiusa

L’esame prosegue con delle prove di manovra. Nello specifico, si devono percorrere 2 percorsi – in vigore dal 2019 – segnati a terra con dei coni.

1) Slalom, curva e corridoio. Tempo MINIMO 15 secondi

Esame pratico patente A2 percorso 1
Percorso 1 – Esame guida patente A2

2) Slalom, curva, evitamento ostacolo e fermata di precisione (sotto all’immagine totale del percorso, troviamo 2 ingrandimenti). Tempo MASSIMO 25 secondi

Esame pratico patente A2 percorso 2
Percorso 2 – Esame guida patente A2

 

Esame pratico patente A2 dettaglio percorso 2
Dettaglio percorso 2
Esame pratico patente A2 dettaglio 1 percorso 2
Dettaglio percorso 2

Prova nel traffico

L’esame di chiude con la prova di circolazione nel traffico. L’esaminatore ti segue in auto e, comunicando tramite auricolare, ti indica la strada da seguire.

Tale fase dura almeno 25 minuti e si svolge su percorso urbano ed extraurbano.

Per tutte le info sulla procedura da seguire per il conseguimento, ecco a te come prendere la patente A2.

Hai già la patente B? Vai direttamente all’articolo specifico: patente A2 avendo la B.

Se già in possesso della A1? Ecco come fare patente A2 con A1.

Vuoi sapere quanto si spende in autoscuola? Ecco a te l’articolo sul costo patente A2.

Se un domani si vuole conseguire la patente A per non avere più limitazioni di cilindrata e potenza è sufficiente affrontare il relativo esame di guida.

Esame pratico patente A2 da privatista

È possibile scegliere se affrontare l’esame da privatista o con una scuola guida. Nel primo caso è il candidato che deve procurare una moto.

Per conoscerne le caratteristiche, leggi l’articolo sulla moto usate all’esame pratico della patente A.

Tale moto può essere:

  • di proprietà del candidato
  • resa disponibile da un soggetto terzo
  • presa a noleggio

Se viene messa a disposizione da un soggetto terzo va esibita una dichiarazione sostitutiva firmata dal proprietario. In caso di moto presa a noleggio, va allegata una copia del contratto di noleggio.

Sempre nel caso di esame da privatista, ci si deve far accompagnare da una persona con un’autovettura che ospiti l’esaminatore durante l’esame.

Per tutte le altre info sulla procedura da seguire, ti consigliamo l’articolo su patente A2 motorizzazione.

Chiaramente, la motivazione principale del fare la patente da privatisti è il risparmio economico, specialmente nelle guide. Pensiamo che si può arrivare anche a 400 – 500 € in meno!

Per farti un’idea precisa, ecco a te l’articolo sul costo patente A2 privatista.


In alcuni casi, prima di poter fare questo esame, bisogna superare la prova di teoria. Se questa è la prima patente che consegui (escludendo eventualmente la patente AM o il patentino).

Si tratta di una prova a quiz con 40 domande alle quali rispondere vero o falso. Si possono fare al massimo 4 errori.

Vuoi scoprire i tempi e gli argomenti da studiare? Ecco a te tutte le info sull’esame teorico della patente A2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.