Patente A con patente B

Chi è già in possesso della patente B e vuole prendere la A per guidare qualsiasi moto senza limitazioni su cilindrata e potenza può fare a meno dell’esame di teoria. Per la patente A con patente B è necessario:

  • iscriversi in autoscuola o Motorizzazione
  • esercitarsi con il foglio rosa
  • superare l’esame di pratica

Possiamo decidere se fare tutto alla scuola guida oppure da privatisti perché non ci sono ore di guida minime obbligatorie.

Se hai conseguito la patente B da un po’ di tempo, informati bene su quali moto consente di guidare; magari sei uno di quei fortunati che ce l’ha già inclusa!

Scopri le moto patente B.

Patente A con patente B

Come già detto all’inizio, non c’è bisogno di alcun esame di teoria perché è identico a quello già sostenuto per la patente B. Si passa direttamente alla pratica!

Per l’iscrizione è necessario consegnare una serie di documenti personali, bollettini e certificati medici.

Per avere l’elenco completo vai all’articolo sui documenti patente A.

Viene quindi emesso il foglio rosa che, nella validità di 6 mesi, consente di effettuare al massimo due tentativi di esame.

Possiamo effettuare le guide di esercitazione senza istruttore perché la moto non ha il posto per il passeggero a fianco del conducente. L’importante è che si viaggi in “luoghi poco frequentati“.

L’esame di guida si può fare a partire da 1 mese dal rilascio del foglio rosa. Tale prova consiste in 3 fasi:

  • domande e preparazione alla guida
  • percorsi su area chiusa
  • guida nel traffico urbano ed extraurbano

In caso di bocciatura, per il secondo tentativo bisogna attendere almeno 1 mese.

Per scadenza del foglio rosa o seconda prova non superata è necessario effettuare una nuova iscrizione, seguendo nuovamente la procedura descritta sopra.

Per tutti i dettagli e le novità sui nuovi percorsi in vigore dal 2019, c’è l’articolo sull’esame pratico patente A.

Patente A Motorizzazione

Chi vuole fare tutto ciò da privatista deve, in aggiunta, fornire la moto per l’esame. Tale veicolo deve avere delle caratteristiche minime (potenza, peso e cilindrata) indicate dalla specifica normativa.

Per saperne di più, c’è l’articolo sulle moto usate all’esame di guida.

Il motociclo può essere di proprietà del candidato, presa in prestito, noleggiata o messa a disposizione da una scuola guida.

Basterà quindi allegare apposita modulistica indicata dalla Motorizzazione (per esempio copia del contratto di noleggio o autorizzazione del proprietario).

C’è inoltre la necessità di fornire all’esaminatore un’auto (con qualcuno che la guidi) che lo ospiti durante la prova d’esame.

Vuoi sapere quanto si spende in autoscuola e da privatista per patente A con patente B? Ecco a te gli articoli sul costo della patente A e sul costo patente A motorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.