Domande esame pratico patente A

L’esame di guida moto inizia rispondendo ad alcune domande fatte dall’esaminatore. Nulla di particolarmente difficile, è pur sempre una prova pratica! Ci vengono posti quindi dei quesiti “concreti”, per così dire, non devi riprendere per mano il libro di teoria. Le domande esame pratico patente A riguardano:

  • la preparazione ad una guida sicura
  • l’uso dei comandi principali della moto
  • la verifica e manutenzione dei componenti fondamentali

Superando questa prima fase iniziale siamo ammessi alla seconda riguardante i percorsi moto.

Con questa guida completa ti illustro tutte le possibili domande dell’esaminatore e lo schema che uso con i miei studenti a lavoro.

Domande esame pratico patente A

Prima di approfondire nel dettaglio i vari argomenti voglio rassicurarti.

Siamo nell’ambito di un esame di guida, quindi le domande sono delle domande pratiche riguardanti aspetti che quotidianamente, o quasi, applicheremo durante la nostra vita da motociclisti.

Sostanzialmente viene chiesto di prepararsi correttamente alla guida e poi un altro paio di domande su comandi e manutenzione del veicolo.

Non preoccuparti quindi, leggendo l’articolo e con uno sforzo minimo supererai brillantemente questa prima fase!

Preparazione alla guida

La prima cosa da fare è dimostrare di aver indossato e finire di indossare l’abbigliamento protettivo obbligatorio, mostrando eventualmente la targhetta di omologazione.

Dobbiamo quindi indossare correttamente:

  • Casco: controllare l’integrità (calotta, visiera e cinghie), verificare la targhetta di omologazione (posta solitamente sulla cinghia) e indossarlo correttamente
  • Abbigliamento protettivo:
    • guanti
    • giacca con protezione dei gomiti e delle spalle
    • paraschiena (eventualmente incorporato nella giacca)
    • scarpe chiuse
    • protezioni alle ginocchia (eventualmente integrate nei pantaloni)

Comandi della moto

Altra tipologia di domande esame pratico patente A riguardano il saper usare i comandi principali del veicolo. Ecco un elenco completo:

  • Luci e relative spie (se presenti):
    • Fari anabbaglianti
    • Proiettori abbaglianti
    • Frecce
    • 4 frecce (se presenti)

Man mano che accendiamo le luci richieste, dobbiamo verificarne il funzionamento mettendo la mano davanti al faro.

  • Clacson: individuarlo e usarlo
  • Interruttore di emergenza: individuarlo e usarlo
  • Freno anteriore e posteriore: individuarli e usarli

L’esaminatore può chiedere di azionare un comando e indicarle la relativa spia (ad esempio “accenda le luci abbaglianti” … “azioni le frecce”). Eventualmente può anche chiedere quando vanno utilizzati (dobbiamo quindi conoscere le regole di accensione dei fari o l’uso del clacson per esempio).

Controlli e manutenzione veicolo

Un altro tipo di domande riguarda la verifica e manutenzione delle varie parti della moto.

  • Pneumatici:
    • Devono rientrare fra quelli indicati nella carta di circolazione
    • Pressione di gonfiaggio: quella corretta è indicata nel libretto uso e manutenzione
    • Pressione di gonfiaggio “a vista” in base al consumo del battistrada:
      • più consumato ai lati: pressione troppo bassa
      • più consumato al centro: pressione troppo alta
      • uniforme: pressione corretta
    • Spessore del battistrada: lo spessore minimo consentito è di 1,0 mm e lo si verifica tramite degli indicatori d’usura presenti negli intagli del battistrada stesso
    • Condizione dei fianchi: presenza di eventuali lesioni, tagli, abrasioni, bolle…

L’esaminatore può chiedere di descrivere brevemente i principali controlli e “il come” li effettuiamo.

  • Verifica dei livelli:
    • Liquido di raffreddamento del motore (se presente)
    • Olio motore
    • Olio dei freni
  • Freni:
    • verificare assenza di perdite dell’impianto frenante (se possibile)
    • controllare a vista delle condizioni dei cavi e delle relative guaine
    • verificare eventuale “corsa a vuoto” dei comandi dei freni

L’esaminatore può chiedere di descrivere a voce “il come” si effettuano e, più raramente, può chiederti di farlo concretamente.

  • Manubrio: riconoscere eventuali anomalie/corsa a vuoto
  • Catena: controllo della tensione della catena (se presente).

Per scoprire tutto il resto riguardo l’esame di guida, ecco l’articolo che parla dell’esame pratico patente A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.