Come prendere la patente D? Iscrizione ed esami necessari

Nell’articolo trattiamo una delle cosiddette patenti superiori utile per il trasporto passeggeri. Ecco come prendere la patente D:

  • Iscriversi
  • Superare l’esame di teoria
  • Esercitarsi con il foglio rosa
  • Passare l’esame di pratica

Analizziamo, una per volta, il funzionamento e i tempi massimi consentiti per ogni singola fase.

Come prendere la patente D

Per iscriversi è necessario recarsi in una scuola guida (o Motorizzazione se si vuole affrontare la teoria da privatisti).

Dobbiamo presentare una serie di documenti personali, dei bollettini e un certificato medico ottenuto sulla base dell’anamnestico rilasciato dal nostro medico di base.

Per l’elenco completo, ecco i documenti per patente D.

La parte teorica è affrontabile da privatisti, in quanto si tratta di studiare e superare dei quiz.

L’esame pratico si fa su un veicolo con doppi comandi e istruttore, quindi diventa necessario prendere accordi con una scuola guida. Approfondiremo in seguito tale questione.

Hai già la patente D1? Vai direttamente all’articolo specifico: estensione patente D1 D.

Esame di teoria della patente D

Una volta iscritto, si hanno 6 mesi di tempo per sostenere al massimo 2 esami di teoria. Si tratta di una prova con 40 quiz ai quali si deve rispondere vero o falso con la possibilità di fare al massimo 4 errori.

In caso di doppia bocciatura o scadenza dei termini si deve effettuare una nuova iscrizione.

Per info più dettagliate, per esempio sugli argomenti da studiare, abbiamo preparato per te l’articolo su esame teorico della patente D.

Libro patente D privatista

Puoi fare l’esame di teoria della patente D da privatista. Non c’è frequenza obbligatoria di lezioni o altro in particolare.

La scelta migliore per la tua preparazione da privatista è quella di comprarti un libro.

  • Hai tutte le spiegazioni necessarie
  • Hai i quiz alla fine di ogni argomento
  • Sai quali domande troverai all’esame
  • Ti concentri solo sulle cose veramente necessarie
  • Vai dritto al punto senza perdere tempo in dettagli inutili
  • Hai un piano di studio già pronto.

Segui un capitolo al giorno. Massimo due per gli argomenti più semplici. Il resto del tempo passalo a fare i quiz. Così sai se hai capito i vari concetti e hai il tempo di rivedere le cose poco chiare.

Leggi un paio di volte e poi ripeti (meglio ad alta voce). Così memorizzi meglio i vari concetti. Soltanto a questo punto inizia con i quiz.

Ti consiglio questo libro. Hai tutte le spiegazioni e i quiz per i vari argomenti. È inoltre ricco di immagini che ti aiutano nella comprensione.

Esame di pratica patente D

Superato l’esame di teoria viene rilasciato il foglio rosa, con il quale ci si può esercitare e preparare per l’esame pratico: anche in questo caso se ne possono sostenere al massimo due entro 6 mesi di tempo.

Il foglio rosa emesso dal 10 novembre 2021 in poi, vale invece 1 anno e ti concede 3 tentativi d’esame.

Esso consiste nell’effettuazione di alcune manovre in un’area chiusa e successivamente nel circolare in mezzo al traffico. È una guida che va dal centro abitato all’autostrada coinvolgendo più situazioni diverse possibili.

Per approfondire la questione, leggi l’articolo sull’esame pratico della patente D.

In caso di doppia bocciatura o scadenza del foglio rosa, per una sola volta è possibile “conservare” l’esame teorico appena superato e ripartire direttamente con il secondo foglio rosa.

Come già detto, l’autobus impiegato all’esame deve avere doppi comandi e istruttore. Ciò impone di rivolgersi ad una scuola guida perché, di fatto, noleggiare autonomamente un autobus e trovare un istruttore disponibile è difficile ed economicamente non conviene.

Vuoi sapere quanto costa prendere la patente? Ecco il costo della patente D.

A cosa serve la patente D?

Ora che sappiamo come prendere la patente D, vediamo che cosa ci permette di fare.

La patente D consente di guidare i minibus e gli autobus, cioè quei veicoli adibiti al trasporto di più di 9 persone compreso il conducente.

A questi veicoli può anche essere agganciato un rimorchio di massa massima non superiore a 750 kg senza che vi sia bisogno di ulteriori patenti.

Vuoi saperne di più? Patente D cosa posso guidare?

Patente D e CQC persone

Per guidare veicoli che richiedono la patente D, la sola patente non basta. È necessario conseguire anche la CQC, cioè la Carta di Qualificazione del Conducente.

Si tratta di un’abilitazione professionale che richiede la frequenza obbligatoria di un corso teorico-pratico e il superamento di un’esame a quiz.

È divenuta ormai sempre obbligatoria, salvo alcuni specifici casi di esenzione che trovi in questo articolo.

Il conseguimento della CQC persone, fa variare l’età minima per poter accedere alla patente D:

  • 24 anni se non si consegue la CQC
  • 23 anni se, contestualmente, si consegue la CQC persone con corso da 140 ore
  • 21 anni se, contestualmente, si consegue la CQC persone con corso da 280 ore

Se, a 21 anni, si segue il corso CQC da 140 ore, la patente D è limitata alla guida di autobus di linea con percorrenza non superiore a 50 km.

Ti ricordiamo inoltre che dopo i 60 anni di età, non è più possibile condurre autobus, quindi la patente D viene declassata in patente B.

Tale limite può essere alzato fino a 68 anni se annualmente si ottiene il certificato di idoneità annuale rilasciato dalla Commissione Medica Locale.

Riepilogando, è possibile guidare autobus, al massimo, fino a 68 anni di età.

Molto spesso, per risparmiare tempo e denaro, la patente e la CQC vengono conseguite insieme. Vuoi sapere come si fa? Ecco come prendere patente D e CQC persone insieme.

Per avere un’idea dei costi, ecco la spesa per patente D CQC insieme.

Per la tua preparazione da privatista, ti consiglio di utilizzare questo libro. È un valido supporto con tutte le spiegazioni necessarie e i quiz che troverai all’esame.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print
Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

2 risposte

  1. Ciao Mattia
    mio figlio a 21 anni ha conseguito la patente D+ Cqc ; ha dunque il limite dei 50 km . Come si fa a superare questo limite ?
    Attesa, grazie saluti

    1. Ciao, dipende dalla durata del corso CQC. Se ha fatto quello da 280 ore non ha limitazioni.
      Se ha fatto quello da 140 ore, il limite dei 50 km cadrà in automatico al compimento dei 23 anni di età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale