Patente c1e da privatista

ULTIMO AGGIORNAMENTO:

Prendere la patente C1E da privatista è praticamente impossibile perché il camion dell’esame deve avere i doppi comandi e l’istruttore. Possiamo però esercitarci al massimo “a casa” in modo da non guidare mai (o quasi) con la scuola guida. Per fare la patente C1E da privatista è necessario:

  • avere la patente C1 e B
  • iscriversi in autoscuola
  • esercitarsi “a casa” per conto proprio
  • fare l’esame di teoria (se necessario)
  • fare la prova pratica

Per sapere quali veicoli si possono guidare e come verificarne la possibilità tramite il libretto, ecco a te patente C1E cosa posso guidare.

Patente C1E da privatista

La questione è semplice: noleggiare autonomamente un camion con i doppi comandi e trovare un istruttore disponibile che ci accompagni all’esame è molto difficile e, a conti fatti, non si risparmia.

Consideriamo poi che l’autoscuola si occupa, al posto nostro, anche della gestione burocratica.

Per l’iscrizione basta scegliere un’autoscuola e consegnare i documenti indicati dall’impiegata/o dell’ufficio.

Si tratta di pagare dei bollettini, andare dal proprio medico di base a fare il certificato anamnestico, fare il certificato dal medico dell’autoscuola e consegnare i propri documenti personali.

Vuoi l’elenco completo? Ecco a te i documenti per patente C1E.

Con l’iscrizione è possibile rilasciare il foglio rosa che permette di esercitarsi alla guida. Prima di approfondire tale questione, vediamo quando serve fare anche la prova teorica.

L’esame di teoria è obbligatorio per chi ha sostenuto la teoria della patente C1 prima del 2 marzo 2015.

È una prova orale che si svolge appena prima di quella pratica, sui seguenti argomenti:

  • Sistemi di accoppiamento motrice-rimorchio
  • Impianto di frenatura dei rimorchi pesanti
  • Precauzioni nella guida di complessi di veicoli
  • Sistemazione del carico
  • Limiti di guida e dotazioni obbligatorie

Fase pratica della patente C1E

Concentriamoci ora sulla fase pratica. Non ci sono guide obbligatorie con l’autoscuola, quindi, per assurdo, un candidato può iscriversi, fare zero ore di esercitazione (imparando “a casa propria” quindi) e presentarsi all’esame (almeno 1 mese e 1 giorno dopo il rilascio del foglio rosa).

Resta comunque fortemente consigliato fare almeno 1 o 2 ore di guida qualche giorno prima dell’esame, in modo da ricevere le giuste indicazioni da parte dell’istruttore.

Per le esercitazioni, basta disporre di un autocarro di massa non superiore a 7500 kg (limite della patente C1) e di un rimorchio di massa superiore a 750 kg, in modo che il complesso non superi le 12 tonnellate. Trovi qui le regole del foglio rosa.

Si hanno a disposizione 6 mesi e due tentativi per superare la prova pratica. L’esame consiste in 3 fasi:

  1. agganciamento del rimorchio ed eventuali domande sulla sicurezza
  2. retromarcia in curva
  3. guida nel traffico: centro abitato e autostrada

Vuoi saperne di più? Ecco a te: patente C1E esame di pratica.

Vuoi sapere invece quanto costa? Abbiamo preparato: patente C1E costo.

Patente C1E e CQC merci

Con la patente C1E si possono guidare autocarri (camion) di massa complessiva superiore a 3,5 t, ma non oltre 7,5 t (lettera F2 del libretto) trainanti un rimorchio, con massa complessiva motrice + rimorchio non superiore a 12 tonnellate.

Per guidare tali veicoli è necessario conseguire anche la CQC, cioè la Carta di Qualificazione del Conducente.

Salvo alcuni casi di esenzione indicati in questo articolo, è da poco diventata sempre obbligatoria per chiunque di mette alla guida di veicoli che richiedono la patente C1E.

Ciò obbliga alla frequenza di un corso teorico-pratico di almeno 140 ore e il superamento di uno specifico esame a quiz (70 domande e 7 errori consentiti).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.