Patente C avendo la C1: come fare, tempistica ed esami

La patente C serve a guidare tutti gli autocarri di massa complessiva superiore a 3500 kg (i cosiddetti camion). Se siamo già in possesso della categoria C1 e vogliamo toglierci il limite dei 7500 kg dobbiamo effettuare una nuova iscrizione e affrontare due esami. Per prendere la patente C avendo la C1 è necessario:

  • avere almeno 21 anni
  • iscriversi in autoscuola o Motorizzazione
  • effettuare l’esame di teoria
  • affrontare l’esame di guida

Patente C avendo la C1

Per iscriverci dobbiamo innanzitutto scegliere se affrontare l’esame di teoria da privatisti o tramite una scuola guida.

Nel primo caso dobbiamo recarci alla Motorizzazione, nel secondo, ovviamente, in autoscuola.

Per la parte pratica invece è necessaria una scuola guida perchè il veicolo dell’esame deve avere i doppi comandi e l’istruttore abilitato.

L’iscrizione è identica a quella già effettuata per la patente C1: bollettini, visita medica e una serie di documenti personali.

Per avere l’elenco completo, ecco i documenti patente C.

Teoria patente C

Come già detto, per la patente C avendo la C1 è necessario affrontare un esame di teoria e uno di guida.

La tempistica è la seguente: a partire dall’iscrizione abbiamo 6 mesi di tempo e 2 tentativi per la teoria e, superata quest’ultima, altri 6 mesi e 2 tentativi per la parte pratica (sapendo che l’esame di guida si può fare dopo che sia passato almeno 1 mese da quello di teoria).

Il foglio rosa emesso dal 10 novembre 2021 in poi, vale invece 1 anno e ti concede 3 tentativi d’esame pratico.

C’è una buona notizia: la prova di teoria è “più piccola” rispetto a chi non possiede la patente C1.

Si tratta infatti di affrontare solamente gli argomenti del programma della patente C che non erano presenti in quello della C1: possiamo quindi definirlo un esame di estensione.

L’esame è a quiz con 20 domande alle quali rispondere vero o falso entro 20 minuti. Sono consentiti al massimo 2 errori: dal terzo in poi c’è la bocciatura.

Gli argomenti sono i seguenti:

  • funzionamento dei motori a combustione interna
  • sistema di alimentazione del carburante
  • impianto elettrico
  • organi di accensione
  • organi di trasmissione (frizione, cambio, ecc.)
  • pneumatici: costruzione, montaggio, corretto impiego e manutenzione
  • freno e acceleratore: funzionamento, componenti principali, impiego e manutenzione ordinaria
  • nozioni e controllo dei liquidi (olio motore, raffreddamento, lavavetri, ecc.)
  • individuazione delle cause dei principali guasti
  • manutenzione dei veicoli e principali riparazioni ordinarie
  • trasporto e consegna delle merci: responsabilità del conducente

Libro patente C privatista

Puoi fare l’esame di teoria della patente C da privatista. Non c’è frequenza obbligatoria di lezioni o altro in particolare.

La scelta migliore per la tua preparazione da privatista è quella di comprarti un libro.

  • Hai tutte le spiegazioni necessarie
  • Hai i quiz alla fine di ogni argomento
  • Sai quali domande troverai all’esame
  • Ti concentri solo sulle cose veramente necessarie
  • Vai dritto al punto senza perdere tempo in dettagli inutili
  • Hai un piano di studio già pronto.

Segui un capitolo al giorno. Massimo due per gli argomenti più semplici. Il resto del tempo passalo a fare i quiz. Così sai se hai capito i vari concetti e hai il tempo di rivedere le cose poco chiare.

Leggi un paio di volte e poi ripeti (meglio ad alta voce). Così memorizzi meglio i vari concetti. Soltanto a questo punto inizia con i quiz.

Ti consiglio questo libro. Hai tutte le spiegazioni e i quiz per i vari argomenti. È inoltre ricco di immagini che ti aiutano nella comprensione.

Pratica patente C

Superata la teoria si passa alla pratica. Qui non ci sono differenze rispetto ai candidati che da zero conseguono direttamente la patente C.

L’esame di guida si divide in 3 fasi:

  • preparazione alla guida e domande
  • manovra di retromarcia in curva
  • guida nel traffico

Per tutte le info dettagliate sull’esame di guida, c’è l’articolo dedicato: esame pratico patente C.

Il costo della patente C avendo la C1 è del tutto simile a quello del conseguimento di qualsiasi altra patente.

Nel migliore dei casi, possiamo ipotizzare un prezzo leggermente più basso per il corso di teoria dato l’esame ristretto.

Per tutte le info, ecco il costo della patente C.

Obbligo CQC merci

Per guidare veicoli che richiedono la patente C è necessario conseguire anche la CQC, cioè la Carta di Qualificazione del Conducente.

Salvo alcuni casi di esenzione indicati in questo articolo, è da poco diventata sempre obbligatoria per chiunque di mette alla guida di veicoli che richiedono la patente C.

Se già l’abbiamo conseguita per la patente C1 non dobbiamo fare niente: una volta presa la patente C sarà in automatico “assegnata” anche ad essa.

Se invece non ne siamo in possesso, è necessario affrontare un corso teorico-pratico di 140 ore e affrontare un esame a quiz.

Possiamo eventualmente scegliere di prendere patente e CQC con un’unica procedura per ottimizzare tempi e spese.

Se vuoi sapere come fare, vai all’articolo su patente C e CQC merci insieme.

Per la tua preparazione da privatista, ti consiglio di utilizzare questo libro. È un valido supporto con tutte le spiegazioni necessarie e i quiz che troverai all’esame.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print
Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale