Manovre esame patente B – quali sono e come fare

All’esame pratico della patente non ci viene chiesto solamente di guidare in mezzo al traffico. Prima di tutto ciò, infatti, dobbiamo superare una prima fase di domande e una seconda nella quale effettuiamo alcune manovre di precisione. In questo articolo ci concentriamo proprio su questa fase. Le manovre esame patente B sono:

  • retromarcia in rettilineo (ed eventuale svolta)
  • inversione di marcia
  • parcheggio in retromarcia

Manovre esame di guida patente B

L’esame di guida della patente si divide in 3 fasi:

  1. Domande
  2. Manovre
  3. Guida

È importante sapere che passi alla fase 2 solo se superi la prima. Allo stesso modo, arrivi alla terza se superi la seconda.

Devi quindi superare la prima fase delle domande dell’esaminatore. Si tratta di 3 o 4 domande sul veicolo e sulla sua manutenzione. È importante che ti prepari in modo adeguato. Se non sai come rispondere l’agitazione prende il sopravvento e rischi di fare “scena muta”.

In più, in questo articolo trovi l’approfondimento su questa fase d’esame.

Retromarcia esame patente

Per la manovra di retromarcia devi procedere all’indietro in rettilineo. Puoi effettuare delle piccole correzioni con il volante, senza eccessivi scostamenti.

Procedi all’indietro a velocità moderata. Intorno ai 7 km/h va bene. Se la macchina te lo permette, è sufficiente alzare al punto giusto il pedale della frizione. Per rallentare, abbassalo un po’. Se non basta alzare la frizione perché il motore si spegne, “aggiungi” un po’ di acceleratore.

In alcuni casi può essere chiesto, al termine della marcia rettilinea, di effettuare anche una svolta a destra o a sinistra. Per esempio seguendo l’andamento di un’aiuola o entrando in un passo carrabile.

Ecco il video tutorial del mio canale YouTube in cui ti spiego come farla correttamente.

Inversione esame pratico patente

Altra manovra richiesta è l’inversione di marcia (cosiddetta inversione a U).

Anche se la strada è larga a sufficienza, va comunque usata la retromarcia. Di solito quindi, per rendere più realistica la manovra, viene usato uno spazio non troppo largo.

In questa manovra è importante controllare costantemente la zona prima di muoversi in avanti o all’indietro. Senza il controllo infatti si rischia un incidente perché non vediamo eventuali veicoli, pedoni o ciclisti che arrivano.

Ecco il tutorial che ti spiega come effettuarla correttamente.

Parcheggi esame guida patente B

Altra manovra esame di guida richiesta è il parcheggio. Ne viene chiesto uno solo a scelta dell’esaminatore fra quello del tipo a “L” oppure del tipo a “S” in retromarcia.

Puoi effettuare delle correzioni. L’importante è che dimostri di sapere come manovrare l’autovettura.

Attento anche all’uscita dal parcheggio. Aziona le frecce, controlla bene che la strada sia libera e dai la precedenza ad eventuali veicoli sopraggiungenti.

Ecco i tutorial dei due parcheggi.

Consigli manovre esame pratico patente

Dopo aver visto nel dettaglio ogni singola manovra, vediamo i criteri generali da seguire validi per tutte le manovre esame di guida:

  • mai creare pericolo o intralcio

Devi sempre controllare la zona attorno a te. Usa gli specchietti, ma anche lo sguardo diretto girando la testa. Dai tutte le precedenze necessarie.

  • usare le frecce

Tutte le manovre vanno sempre segnalate agli altri, anche se la zona è libera. Quindi, aziona sempre gli indicatori di direzione.

  • velocità controllata

Si tratta di manovre, quindi spostamenti di precisione. Non è una gara di velocità. L’andatura del veicolo deve essere quindi moderata, ma non eccessivamente. Ricordati sempre che se sei troppo lento crei intralcio. Tieni quindi una velocità che dimostri che “ci sai fare”, ma senza esagerare.

  • mantieni la calma

Eccoci con il classico consiglio. Facile a dirsi, ma difficile da mettere in pratica. La calma è fondamentale all’esame di guida. L’esaminatore nota e tiene in considerazione l’eventuale agitazione, ma è sempre bene stare il più tranquilli possibile ed essere consapevoli delle proprie capacità.

Come già detto, puoi effettuare delle correzioni durante le manovre. Dimostra però una certa sicurezza e soprattutto prudenza e attenzione. Se anche ci metti dei secondi in più o fai una manovra di troppo non è un grosso problema. È invece fondamentale usare le frecce e controllare di continuo l’area circostante!

Con questo articolo abbiamo quindi imparato come fare le manovre e i criteri da applicare all’esame di guida. Ma come funziona la prova nel suo complesso? Ecco qui tutte le info sull’esame pratico patente B.

Nell’articolo trovi la descrizione delle varie fasi e la tempistica entro la quale va effettuato. Inoltre trovi i link ad ulteriori post di approfondimento sulla procedura per prendere la patente e i costi da sostenere!

Libro patente B privatista

Prima dell’esame di pratica c’è quello di teoria. Puoi scegliere di farlo da privatista oppure alla scuola guida.

Non ci sono lezioni teoriche obbligatorie. Sei libero di organizzarti come ti fa più comodo.

La scelta migliore se lo fai da privatista è quella di comprarti un libro.

  • Hai tutte le spiegazioni necessarie
  • Trovi tante immagini esplicative
  • Hai i quiz alla fine di ogni argomento
  • Sai quali domande troverai all’esame
  • Le cose chieste ai quiz sono in grassetto
  • Ti concentri solo sulle cose veramente necessarie
  • Vai dritto al punto senza perdere tempo in dettagli inutili
  • Hai un piano di studio già pronto.

Segui un capitolo al giorno. Massimo due se trovi semplici gli argomenti. Il resto del tempo passalo a fare i quiz. Così sai se hai capito gli argomenti e hai il tempo di rivedere le cose poco chiare.

Leggi un paio di volte e poi ripeti (meglio ad alta voce). Così memorizzi meglio i vari concetti. Soltanto a questo punto inizia con i quiz.

Ti consiglio questo libro. Hai tutte le spiegazioni e i quiz per i vari argomenti. È inoltre ricco di immagini che ti aiutano nella comprensione. Fra i vari che ho utilizzato, questo è senz’altro il migliore.

Libro patente B semplificato

Esistono in commercio dei libri pensati per chiunque abbia un disturbo dell’apprendimento e, più in generale, difficoltà ad “imparare”.

Si tratta di testi appositamente studiati e realizzati per aiutare nello studio e comprensione di teoria e quiz.

  • Caratteri grandi e ben leggibili
  • Testo semplificato per essere più intuitivo e comprensibile
  • Argomenti “ridotti all’osso” per evitare dettagli inutili
  • Immagini specifiche e semplificate
  • Quiz più difficili spiegati e commentati
  • Materiale online dedicato: audio e video che spiegano argomenti e quiz più difficili

In particolare, ti consiglio questo libro. Oltre al manuale, hai anche le credenziali per accedere al materiale audio-video online.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print
Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale