Manovre esame patente B [con video tutorial]

Con questo articolo scopri quali sono le manovre esame patente B.

Leggendo la guida conoscerai:

  • Le manovre che ti chiede l’esaminatore
  • Come si svolge l’esame di guida
  • Le tempistiche
  • Cosa succede se ti bocciano

Alla fine dell’articolo saprai come prepararti in vista dell’esame pratico di guida.

Questo articolo fa per te se devi fare l’esame pratico della patente B e vuoi sapere quali manovre devi effettuare.

Manovre esame patente B

Nella seconda fase dell’esame di guida devi effettuare delle manovre.

Sei in un’area chiusa o poco trafficata. Hai appena risposto alle domande.

Per conquistarti la fase 3, cioè quella di guida vera e propria, affronti le seguenti manovre:

  • Parcheggio in retromarcia a “S” oppure a “L”
  • Retromarcia
  • Inversione di marcia

La normativa Covid impone che ne effettui soltanto una fra queste tre a scelta dell’esaminatore.

Parcheggio esame patente B

Devi effettuare un parcheggio in retromarcia. Può essere di 2 tipi:

  • Parcheggio a “S”
  • Parcheggio a “L”

La scelta è dell’esaminatore. Dipende anche dalla disponibilità della zona in cui ti trovi.

Puoi effettuare degli aggiustamenti se necessario. Non per forza deve riuscirti in una sola “mossa”.

Ecco il tutorial del parcheggio a “S”.

Questo è il tutorial per il parcheggio a “L”.

Retromarcia esame patente

Un’altra manovra richiesta è la retromarcia.

Devi semplicemente percorrere 30 – 50 metri all’indietro.

A volte potrebbero chiederti di effettuare (sempre in retro) una curva verso destra o sinistra. Ti fanno entrare in un cancello oppure seguire la curvatura di un’aiuola.

Puoi effettuare delle piccole correzioni alla traiettoria del veicolo.

Procedi all’indietro a velocità moderata. Intorno ai 7 km/h va bene.

Se la macchina te lo permette, ti basta alzare al punto giusto il pedale della frizione. Per rallentare, abbassalo un po’.

Se alzando solo la frizione il motore si spegne, “aggiungi” un po’ di acceleratore.

Ecco il tutorial per la retromarcia.

Inversione di marcia esame patente

Altra manovra richiesta è l’inversione di marcia (chiamata anche inversione a U).

Ti trovi in una strada stretta (o comunque non troppo larga). Devi effettuare l’inversione per tornare indietro.

Vai in avanti il più possibile. Poi procedi in retromarcia e poi riparti nuovamente in avanti.

Non è un problema se dovessero servirti due manovre in retromarcia. L’importante è che sfrutti il più possibile lo spazio a disposizione.

La cosa fondamentale di questa manovra è il controllo costante della zona. Prima di partire in avanti e in retro controlla a 360° l’area circostante.

Ecco il tutorial per l’inversione di marcia.

Consigli per l’esame

Ora che conosci le varie manovre dell’esame ti voglio lasciare con una sintesi dei criteri che devi applicare.

  • Non creare pericolo o intralcio

Controlla la zona attorno a te. Usa gli specchietti, ma anche lo sguardo diretto girando la testa. Sei in una zona tranquilla, ma non dare per scontato che non arrivi nessuno.

Ricordati che sono gli altri ad avere la precedenza mentre fai una manovra. Fermati e falli passare.

  • Usa le frecce

Segnala sempre tutte le manovre. Anche se la zona è libera.

Allenati molto su questo aspetto. In modo che ti venga in automatico. Altrimenti non lo fai nemmeno all’esame.

  • Velocità controllata

Si tratta di manovre, spostamenti di precisione. Non è una gara di velocità.

Procedi quindi a velocità moderata, ma non troppo. Se sei troppo lento crei intralcio.

Tieni quindi una velocità che dimostri che “ci sai fare”, ma senza esagerare.

  • Puoi fare delle correzioni

Si tratta di trovare il giusto equilibrio fra qualche aggiustamento e metterci un’eternità.

Ti assicuro che si capisce se ci sai fare oppure no. Se sbagli completamente misure, in 2 o 3 manovre risolvi.

Se te ne servono molte di più, significa che non ti sei allenato abbastanza. A questo punto non va più bene.

Esame pratico della patente B

Ora che sai come effettuare tutte le manovre, vediamo come funziona in generale tutto l’esame.

L’esame di guida della patente B si divide in 3 fasi:

  1. Domande
  2. Manovre
  3. Guida vera e propria

Non è automatico che ti facciano fare tutte le fasi. Devi “guadagnarti” l’accesso:

  • Rispondendo alle domande
  • Realizzando le manovre

Per esempio, se fai scena muta alle domande l’esame termina subito. Ugualmente, se non ti riescono le manovre non ti fanno guidare.

Per approfondire il funzionamento dell’esame, ecco l’articolo sull’esame pratico della patente B.

Tempistica e bocciatura

Quanto tempo ho per fare l’esame?

Hai 1 anno di tempo e 3 tentativi a disposizione.

Tale tempistica è legata al foglio rosa. È quel documento che ti permette di guidare in autoscuola e anche privatamente.

Ti viene consegnato dopo aver superato l’esame di teoria, oppure all’iscrizione se non devi effettuarlo.

L’anno di tempo si calcola quindi a partire da questo momento.

Per il primo tentativo d’esame devi aspettare almeno 1 mese dal rilascio del foglio rosa.

Ugualmente, in caso di bocciatura, per il tentativo successivo, devi aspettare almeno 1 mese.

Se il foglio rosa scade oppure vieni bocciato per la terza volta devi rifare l’iscrizione.

Non affronti di nuovo la teoria se fai apposita richiesta di riporto del foglio rosa.

Attenzione. Rispetta la tempistica corretta per questa operazione (solitamente 2 mesi dalla scadenza del foglio rosa).

Per approfondire, ecco tutte le info sul riporto del foglio rosa.

Conseguimento patente B

Concludiamo l’articolo con la procedura completa per prendere la patente B.

Le fasi sono le seguenti:

  1. Iscrizione in Motorizzazione o autoscuola
  2. Esame teorico a quiz
  3. Guide obbligatorie in autoscuola
  4. Esame di guida

Ti ricordo che non devi fare l’esame di teoria se hai già la patente A1, A2, A oppure B1.

Puoi fare la teoria da privatista oppure in autoscuola. Sei invece obbligato a fare la fase pratica alla scuola guida.

Hai quindi 2 alternative:

  • Teoria da privatista e pratica in autoscuola
  • Tutto in autoscuola

Non puoi fare la pratica da privatista perché:

  • Devi fare 6 ore di guida obbligatorie in autoscuola
  • L’auto dell’esame deve avere i doppi comandi
  • Ti deve accompagnare un istruttore abilitato

Hai la seguente tempistica a disposizione:

  • 6 mesi per la fase teorica (2 tentativi d’esame)
  • 1 anno per la fase pratica (3 tentativi d’esame)

Per approfondire la procedura di conseguimento della patente, ho preparato gli articoli specifici:

Libro patente B privatista

Come detto prima, puoi fare la teoria da privatista.

Non ci sono lezioni teoriche obbligatorie. Sei libero di organizzarti come ti fa più comodo.

La scelta migliore è quella di comprarti un libro.

  • Hai tutte le spiegazioni necessarie
  • Trovi tante immagini esplicative
  • Hai i quiz alla fine di ogni argomento
  • Sai quali domande troverai all’esame
  • Le cose chieste ai quiz sono in grassetto
  • Ti concentri solo sulle cose veramente necessarie
  • Vai dritto al punto senza perdere tempo in dettagli inutili
  • Hai un piano di studio già pronto.

Segui un capitolo al giorno. Massimo due se trovi semplici gli argomenti. Il resto del tempo passalo a fare i quiz. Così sai se hai capito gli argomenti e hai il tempo di rivedere le cose poco chiare.

Leggi un paio di volte e poi ripeti (meglio ad alta voce). Così memorizzi meglio i vari concetti. Soltanto a questo punto inizia con i quiz.

Ti consiglio questo libro. Hai tutte le spiegazioni e i quiz per i vari argomenti.

È inoltre ricco di immagini che ti aiutano nella comprensione.

Fra i vari che utilizzo, questo è senz’altro il migliore.

Libro patente B semplificato

Esistono in commercio dei libri pensati per chiunque abbia un disturbo dell’apprendimento e, più in generale, difficoltà ad “imparare”.

Si tratta di testi appositamente studiati e realizzati per aiutare nello studio e comprensione di teoria e quiz.

  • Caratteri grandi e ben leggibili
  • Testo semplificato per essere più intuitivo e comprensibile
  • Argomenti “ridotti all’osso” per evitare dettagli inutili
  • Immagini specifiche e semplificate
  • Quiz più difficili spiegati e commentati
  • Materiale online dedicato: audio e video che spiegano argomenti e quiz più difficili

In particolare, ti consiglio questo libro. Oltre al manuale, hai anche le credenziali per accedere al materiale audio-video online.

Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale