CQC merci: come prenderla?

Con questo articolo scopri come prendere la CQC merci.

Leggendo la guida conoscerai:

  • Cos’è la CQC merci
  • I requisiti per ottenere la CQC merci
  • La procedura da seguire per il conseguimento
  • Come funziona l’esame
  • Quando non serve la CQC

Alla fine dell’articolo avrai quindi una panoramica chiara e precisa di tutto il mondo della CQC merci.

Questo articolo fa per te se:

  • Devi conseguire la CQC merci
  • Hai la patente C / CE
  • Stai valutando la possibilità di fare l’autista
  • Devi guidare veicoli che richiedono la patente C / CE e non sei sicuro sia sufficiente

ATTENZIONE. Questo è un articolo per riguarda il conseguimento. Se stai cercando notizie sul rinnovo o sulla CQC già scaduta, ti lascio i relativi link:

Cos’è la CQC merci?

CQC significa Carta di Qualificazione del Conducente.

È un’abilitazione professionale “abbinata” alla patente C / CE / C1 / C1E (ecco perché CQC merci). Potremmo definirla come una specie di “patente aggiuntiva”.

In sintesi, essendo un’abilitazione professionale, è un approfondimento agli argomenti della patente che serve a rendere più formato e qualificato chi si mette alla guida di questi veicoli.

Inizialmente era destinata unicamente agli autisti di professione. Di conseguenza, chi non era autista non doveva averla.

Negli anni la normativa si è evoluta fino a renderla obbligatoria praticamente a tutti. Compreso chi non è autista di professione. Compresi i trasporti in conto proprio.

Nella maggior parte dei casi quindi, per guidare veicoli che richiedono le patenti C / CE / C1 / C1E, devi conseguire la patente e anche la CQC merci.

Ci tengo a sottolineare che la CQC merci è un’abilitazione unica

Se, per esempio, ti servono sia la patente C, che la CE, non devi fare 2 volte la CQC. Il conseguimento è uno unico.

La CQC è quindi abbinata a tutte le patenti di quella categoria che già hai o che conseguirai in futuro.

Conseguimento CQC merci

I requisiti per ottenere la CQC merci sono:

  • Possesso della patente C / CE / C1 / C1E (o conseguirla insieme alla CQC stessa)
  • Avere almeno 21 anni di età (18 se fai il corso “esteso” di 280 ore)

La procedura per prendere la CQC è semplice:

  • Iscrizione
  • Corso teorico e pratico a frequenza obbligatoria
  • Esame a quiz

La prima cosa importante che devi sapere è che non puoi fare la CQC da privatista. Il corso ha frequenza obbligatoria. È svolto da:

  • Autoscuole
  • Centri di formazione costituiti da consorzi di autoscuole
  • Enti di formazione collegati ad associazioni di categoria dell’autotrasporto

Per l’iscrizione ti basta pagare dei bollettini postali (solitamente forniti da chi effettua il corso) e consegnare i tuoi documenti personali.

Per avere l’elenco completo, ho preparato l’articolo specifico sui documenti CQC.

Corso CQC merci

Il corso è sia teorico che pratico. Come già detto, la frequenza è obbligatoria.

La durata del corso è variabile in base alla tua età e alla patente.

Sei hai già la patente C / CE (oppure C1 / C1E) il corso è di:

  1. 140 ore
  2. oppure 22 ore e mezzo se hai già la CQC persone (quella “collegata” alle patenti di categoria D)

Se invece non hai ancora una patente di categoria C, puoi scegliere di conseguirle in contemporanea seguendo un corso di:

  1. 140 ore
  2. 22 ore e mezzo se hai già la CQC persone
  3. 280 ore se hai meno di 21 anni e vuoi direttamente la patente C (invece che la C1)

Al termine del corso ti viene rilasciato l’apposito attestato di frequenza che ti permette di fare l’esame entro 1 anno dalla fine del corso stesso.

Esame CQC merci

Come appena detto nel paragrafo precedente, devi presentare domanda d’esame entro 1 anno dalla fine del corso.

Non si fa quindi riferimento alla data dell’esame, che potrebbe quindi essere in un giorno successivo.

L’esame per conseguire la CQC merci è a quiz. Funziona così:

  • 70 quiz
  • 90 minuti di tempo
  • massimo 7 errori consentiti

Se hai già la CQC persone, l’esame è ridotto:

  • 30 quiz
  • 40 minuti di tempo
  • massimo 3 errori consentiti

Devi conseguire insieme patente e CQC? Ecco l’articolo specifico in cui ne parlo: patente C + CQC merci.

Esenzioni CQC merci

Come detto ad inizio articolo, la CQC è ormai obbligatoria per quasi tutte le situazioni di guida di veicoli che richiedono le patenti C / CE / C1 /C1E.

Ci sono dei casi specifici in non è necessaria la CQC. Si tratta di veicoli:

  • di velocità massima autorizzata non superiore ai 45 km/h
  • ad uso delle forze armate, della protezione civile, vigili del fuoco, delle forze di polizia e dei servizi di trasporto sanitario di emergenza
  • sottoposti a prove su strada a fini di perfezionamento tecnico, riparazione o manutenzione, o ai conducenti dei veicoli nuovi o trasformati non ancora immessi in circolazione
  • utilizzati per stati di emergenza o destinati a missioni di salvataggio, compresi i veicoli impiegati per il trasporto di aiuti umanitari a fini non commerciali
  • usati per lezioni ed esami di guida da candidati per prendere la patente o abilitazione professionale e da soggetti che frequentano formazione alla guida supplementare nell’ambito dell’apprendimento sul lavoro, a condizione che siano accompagnate da un istruttore di guida o da un’altra persona titolare della CQC
  • per il trasporto di merci a fini non commerciali
  • per il trasporto di materiale, attrezzature o macchinari utilizzati dal conducente nell’esercizio della propria attività, a patto che la guida dei veicoli non costituisca l’attività principale del conducente
  • che operano in zone rurali per approvvigionare l’impresa stessa del conducente
  • che non offrono servizi di trasporto
  • utilizzati o noleggiati senza conducente da imprese agricole, orticole, forestali, di allevamento o di pesca per il trasporto di merci nell’ambito della loro attività di impresa, tranne quando la guida rientra nell’attività principale del conducente o supera la distanza di 50 km dal luogo in cui si trova l’impresa stessa
  • il cui trasporto è occasionale e non incidente sulla sicurezza stradale

Per trasporto “occasionale” si intende “svolto da conducenti che non hanno la qualifica di conducenti professionali e purché la specifica attività di autotrasporto non costituisca la fonte principale di reddito”.

Per trasporto “non incidente sulla sicurezza stradale” si intende “svolto in conformità alle pertinenti normative sulla circolazione stradale”.

I “trasporti a fini non commerciali” sono tutti quei trasporti senza remunerazione svolti nell’ambito di attività senza scopo di lucro (per esempio le onlus). Non sono comprese quindi le imprese che guidano questi veicoli nell’esercizio delle loro attività. Anche se non ne hanno un ricavo diretto.

Per i trasporti in conto proprio non è obbligatoria la CQC quando sono presenti entrambi i fattori seguenti:

  • la guida non è l’attività principale. Cioè il conducente trascorre alla guida meno del 30% dell’orario di lavoro mensile continuativo
  • il materiale deve essere utilizzato dal conducente nell’esercizio della propria attività

Per esempio può guidare senza CQC un muratore che guida il camion saltuariamente per recarsi in cantiere insieme al materiale da costruzione.

Serve la CQC nel momento in cui guida più del 30% del suo orario lavorativo oppure trasporta il materiale per altre imprese edili o un altro cliente.

Per approfondire la questione, ho preparato l’articolo apposito che ti spiega quando serve la CQC merci

Vuoi sapere quanto spendi per prendere la CQC? Ti lascio i link che ne parlano in maniera approfondita:

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print
Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale