Come fare la conversione della patente? Iter e sanzioni

Sei in possesso di una patente di guida estera e vuoi sapere cosa fare per poter guidare in Italia? Sei nel posto giusto! Ecco come fare la conversione della patente:

  • verifica la possibilità di convertirla in Motorizzazione o autoscuola
  • consegna tutta la documentazione
  • attendi l’arrivo della patente italiana

Non sempre la conversione è possibile, dipende dagli specifici accordi fra l’Italia e il tuo stato di provenienza.

Lo scopo è quello di ottenere la patente italiana perché, passato 1 anno dall’acquisizione della residenza, non è più possibile guidare con la patente originaria.

Conversione patente comunitaria

Come fare la conversione della patente comunitaria

Chi è in possesso di patente di guida comunitaria, può circolare liberamente in Italia senza procedere a nessun tipo di operazione in quanto è riconosciuta equivalente ad una patente italiana. La conversione è quindi facoltativa; diventa obbligatoria nei seguenti casi:
  • se la patente non ha scadenza: entro i 2 anni dall’acquisizione della residenza in Italia deve essere convertita
  • se si è sottoposti a revisione della patente
  • alla scadenza di validità per procedere al rinnovo. La nuova durata della patente segue le disposizioni italiane in materia di durata di validità della patente e di controllo medico

La conversione della patente, anche se facoltativa, è comunque consigliata in modo tale da poter godere di procedure più rapide, qualora necessarie.

Se si procede alla conversione prima della scadenza della patente, il titolare può scegliere di mantenere la scadenza esistente, oppure di procedere anche al rinnovo allegando il certificato medico in bollo (esattamente lo stesso utilizzato per il rinnovo della patente), allungando così il periodo di validità.

Non è possibile la conversione di una patente comunitaria se a sua volta è stata ottenuta a seguito di conversione di una patente extracomunitaria rilasciata da uno Stato con i quali non esistono condizioni di reciprocità con l’Italia.

Conversione patente extracomunitaria

Come fare la conversione della patente extracomunitaria

La conversione della patente di guida extracomunitaria è possibile solo se esistono accordi di reciprocità (parità di trattamento) fra gli Stati. Clicca qui per consultare l’elenco degli stati con i quali è permessa.

Chi è in possesso di patente di guida extracomunitaria, può circolare in Italia, senza procedere alla conversione, se è residente da meno di 1 anno. Inoltre, si deve allegare un documento in bollo con la traduzione dei dati della patente estera certificato dalla rappresentanza in Italia dello Stato che ha rilasciato la patente; in alternativa si deve essere in possesso della patente internazionale.

La mancanza di tali documenti comporta una sanzione da 400 € a 1602€.

Se si è residenti da più di 1 anno si hanno due possibilità:

  • convertire la patente, se possibile
  • sostenere gli esami per il conseguimento della patente se la conversione non è possibile

Prosegui l’articolo alla prossima pagina…

Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale

2 risposte

  1. Salve,
    Grazie per l’informazione utile. Mi chiarisca un punto, per piacere: È libera la scelta dell’ufficio di motorizzazione? Devo fare la conversione di Patente UE e sono residente a Milano, ma qui non si trovano appuntamenti per almeno tre mesi (nel quale momento però sarei residente da più di 2 anni). Potrei andare per esempio anche alla motorizzazione di Torino per la conversione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale