Rinnovo patente A: cosa fare, tempi e scadenze

Quando la patente scade è necessario rinnovarla per guidare senza rischiare sanzioni. Si tratta di fare una semplice visita medica e pagare dei bollettini. Ecco cosa serve per il rinnovo patente A:

  • 2 foto tessera
  • visita medica presso un ufficiale sanitario
  • bollettini PAGOPA tariffa 2S (26,20€)
  • documenti: carta d’identità, codice fiscale e patente

Con un’unica procedura e visita si rinnovano tutte le categorie di patente possedute (caso comune è quello di patente A + B).

Rinnovo patente A

Rinnovo patente A scadenza
Scadenza patente A

Si può rinnovare la patente a partire da 4 mesi prima della scadenza. Nulla cambia sul quanto prima lo facciamo perché la prossima scadenza coincide con la data del compleanno.

È vietato guidare con la patente non più valida, pena una multa a partire da 158 € e il ritiro del documento stesso fino a rinnovo effettuato.

Qual è la procedura rinnovo patente? È sufficiente recarsi da uno fra i seguenti medici abilitati:

  • in autoscuola
  • all’ACI
  • alla ASL
  • alle Ferrovie dello Stato, Ministero del Lavoro, Polizia di Stato, Ministero della Salute, Vigili del fuoco, medico militare oppure medico responsabile dei servizi di base del distretto sanitario

Nei seguenti casi, si deve andare in Commissione Medica Locale:

  • soggetti mandati da uno dei medici di cui sopra
  • mutilati e minorati fisici, tranne che per “situazioni stabilizzate”
  • soggetti mandati dal Prefetto

In questo caso conviene prenotarsi per tempo in quanto i tempi di attesa sono più lunghi.

A visita superata, viene consegnato un permesso provvisorio che permette di guidare se la patente attuale è scaduta e la nuova non è ancora stata recapitata.

Non ci sono più gli adesivi infatti, ma è prevista la stampa e l’invio di un nuovo documento.

Quando la patente è scaduta da oltre 5 anni devi fare il cosiddetto esperimento di guida. Ti obbliga a sostenere l’esame pratico di guida.

In caso di bocciatura la patente viene revocata.

Significa che la perdi totalmente e, per riaverla, segui la stessa procedura di chi non l’ha mai presa (esame di teoria + esame di guida).

La validità patente A è di:

  • 10 anni per chi ha meno di 50 anni
  • 5 anni per chi ha fra 50 e 70 anni
  • 3 anni per chi ha fra 70 e 80 anni
  • 2 anni per chi ha più di 80 anni

Vuoi scoprire la spesa da affrontare? Ecco a te quanto costa rinnovare la patente.

Mattia Zorzetto

Mattia Zorzetto

Insegnante e istruttore di scuola guida dal 2015. Creatore di Portale Patente

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale

2 risposte

  1. Ciao,
    Sono uno di quelli sfortunati che ha conseguito la patente il 14/04/1988, poco prima dell’entrata in vigore della nuova normativa. Sulla patente vecchia avevo la data di conseguimento (esame) 14/04/1988 e quella di rilascio 19/05/1988. Ho sempre guidato motoveicoli e quando mi hanno fermato per controlli mi hanno sempre rassicurato sulla validità della patente anche per la categoria A. Ora sulla nuova patente leggo che posso guidare solo quelli di categoria AM, e non essendoci più la data dell’esame temo che ad un controllo mi possano multare. Posso risolvere in qualche modo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Portale Patente è su YouTube
con tanti tutorial su guida e circolazione stradale