Documenti obbligatori moto

Quando viaggi a bordo di un motociclo devi avere con te una serie di documenti obbligatori. Servono a identificarti, capire che la tua moto sia in regola e assicurata. Le Forze dell’Ordine te li chiedono ai posti di blocco. I documenti obbligatori moto sono:

  • Patente di guida
  • Carta di circolazione
  • Certificato di assicurazione RCA
  • Certificato di assicurazione internazionale (cosiddetta “carta verde”), se ti trovi all’estero

Documenti obbligatori moto

Assicurati di avere la patente corretta per la moto che stai guidando. Ci sono 3 categorie di patente:

  • Patente A1
  • Patente A2
  • Patente A

Con la patente A1 puoi guidare moto con:

  • Cilindrata max 125 cm3
  • Potenza max 11 kW
  • Rapporto potenza/peso max 0,1 kW/kg

Con la patente A2 puoi guidare moto con:

  • Potenza max 35 kW
  • Rapporto potenza/peso max 0,2 kW/kg

Con la patente A puoi guidare tutti i motocicli senza limiti di cilindrata e potenza.

Se possiedi la patente B, le moto che puoi guidare dipendono dalla data di conseguimento:

  • Prima dell’1 gennaio 1986: vale come patente A, anche in UE
  • Fra 01/01/1986 e 25/04/1988: vale come patente A, ma solo in Italia
  • Dopo il 25/04/1988: vale come patente A1, ma solo in Italia

La carta di circolazione contiene tutti i dati e le caratteristiche fondamentali della moto. In caso di modifiche a tali caratteristiche devi aggiornarla. Ne viene stampata una nuova, oppure ti viene dato un adesivo da apporre in uno spazio vuoto.

Il certificato di assicurazione è un documento che ti fornisce la compagnia di assicurazione quando firmi la polizza. Tienilo sempre a bordo. In caso di incidente serve per ricavare i dati assicurativi.

Quando viaggi all’estero devi avere la cosiddetta carta verde. Si tratta di una sorta di “traduzione” del certificato di assicurazione. Quando vai in uno stato fuori dalla Comunità Europea, accertati che la tua assicurazione sia valida.

Sanzioni documenti dimenticati

Quando dimentichi di portare con te un documento obbligatorio vieni sanzionato.

È prevista una multa che va da € 42 a € 173. In più sei obbligato ad esibire la documentazione mancante al comando prestabilito entro i termini. Di solito 30 giorni.

Se non rispetti la scadenza subisci un’ulteriore multa che va da € 430 a € 1731.

Per esigenze particolari, puoi chiedere un termine successivo per la presentazione dei documenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.