Documenti obbligatori ciclomotore

Quando viaggi a bordo di un ciclomotore devi avere con te una serie di documenti obbligatori. Servono a identificarti, capire che il tuo veicolo sia in regola e assicurato. Le Forze dell’Ordine te li chiedono ai posti di blocco. I documenti obbligatori ciclomotore sono:

  • Patente di guida o, in alternativa CIGC (patentino) con carta d’identità
  • Certificato di circolazione, il cosiddetto libretto
  • Certificato di assicurazione
  • Certificato internazionale di assicurazione (carta verde), se vai all’estero
  • Ricevuta di avvenuto pagamento del bollo

Documenti obbligatori ciclomotore

Per guidare un ciclomotore devi avere la patente AM. Qualsiasi altra categoria è valida anche come patente AM.

In alternativa, è ancora valido il CIGC. Veniva rilasciato fino al 2013, anno di entrata in vigore della patente AM. È il cosiddetto “patentino”. In questo caso devi avere anche la carta d’identità.

Il certificato di circolazione contiene tutti i dati e le caratteristiche fondamentali del ciclomotore. In caso di modifiche a tali caratteristiche devi aggiornarlo. Ne viene stampato uno nuovo, oppure ti viene dato un adesivo da apporre in uno spazio vuoto.

Il certificato di assicurazione è un documento che ti fornisce la compagnia di assicurazione quando firmi la polizza. Tienilo sempre a bordo. In caso di incidente serve per ricavare i dati assicurativi.

Quando viaggi all’estero devi avere la cosiddetta carta verde. Si tratta di una specie di “traduzione” del certificato di assicurazione. Quando vai in uno stato fuori dalla Comunità Europea, accertati che la tua assicurazione sia valida.

Ti ricordo che puoi guidare all’estero con la patente AM solo se hai almeno 16 anni di età.

Sanzioni per mancanza documenti

Quando viaggi senza avere con te i documenti obbligatori subisci una multa che va da € 26 a € 102. In più sei obbligato ad esibire la documentazione mancante al comando prestabilito entro i termini. Di solito 30 giorni. In caso di mancato rispetto di tali termini subisci un’ulteriore multa che va da € 430 a € 1731.

In questi casi quindi tu hai i documenti, ma non li stai portando con te a bordo del veicolo.

Diverse sono le sanzioni se non sei materialmente in possesso dei documenti.

Per esempio, se circoli con un ciclomotore sprovvisto di certificato di circolazione la multa è di € 158 – 635 e il mezzo viene confiscato.

Se circoli senza targa, la multa va da € 79 a € 316 a cui si aggiunge il fermo del mezzo per 1 mese. In caso di recidiva nel biennio il motorino viene confiscato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.